mercoledì 6 febbraio 2008

marchio = qualità?

Mi sono sempre chiesto in quale modo pesano il marchio e la qualità del prodotto sul prezzo finale degli articoli sportivi. Non credo possa esserci così tanta differenza tecnologica tra due magliette apparentemente molto simili e vendute a 10 e 30€; sicuramente i grandi marchi spendono di più in ricerca e pubblicità (e a dire il vero a sponsorizzare anche diverse gare che altrimenti non esisterebbero) ma talvolta i prezzi mi sembrano un po' eccessivi. Anche per questo da un anno a questa parte per quanto riguarda l'abbigliamento da running e da montagna mi rifornisco quasi esclusivamente da Decathlon (anche se purtroppo il negozio più vicino a Trento è quello di Brescia!). Ho avuto modo di provare in allenamento, in gara e in escursioni di montagna vari prodotti dei marchi distribuiti dalla catena francese e sono sempre rimasto soddisfatto. Non mi ero mai avventurato a provare una scarpa da running, scelta già difficile sui modelli ben conosciuti. Questa volta però voglio tentare: ho acquistato una scarpa da allenamento A3; la prova in negozio e le prime impressioni a casa sono buone. E' il momento di provarle su strada e capire se aver speso 65€ al posto di 130€ vorrà dire metà della durata e gambe il doppio più affaticate.

6 commenti:

Alberto ha detto...

Sono stato al Decathlon (guarda caso, quello di Brescia) con mio fratello lunedì scorso, e abbiamo affrontato proprio questo discorso: siamo entrambi soddisfatti da anni dell'abbigliamento e degli accessori dei vari brand (Kalenji, Quechua, ecc.), ma siamo ancora un po' restii ad investire nelle scarpe. Il motivo principale è dovuto al fatto che spendere 100 euro per - faccio un esempio su un mio acquisto - una giacca antivento con la termosaldatura delle tasche interne che si "lascia andare" ti permette di utilizzarla lo stesso e - al massimo - perdere per strada un fazzoletto; al contrario, una spesa per un paio di scarpe con materiali o confezionamento scadente rischiano di procurarti doloretti o piccoli infortuni. Detto questo, spero che tu ti trovi perfettamente a tuo agio con le scarpe che hai acquistato, e che magari un po' di sana concorrenza possa far abbassare i prezzi esorbitanti delle scarpe da running.

Nick.12 ha detto...

Ciao, anch'io sono acquirente al Decathlon di Brescia (Domenica ero proprio li, dopo una scappata all'Ikea), e mi sono sempre trovato bene per l'equipaggiamento e accessori. Però come tè delle scarpe da running non ho mai osato. Aspetto tuo riscontro in merito..... Ciao Nick

Giulyrun ha detto...

Con meno di 70 Euro ormai trovi anche le Pagasus della Nike - meglio non rischiare. Abbigliamento ok scarpe uhmmm.
Poi magari mi sbaglio ma visto i prezzi che si possono trovare in giro...

elis ha detto...

Ciao Albert
io invece faccio la voce fuori dal coro ti allego il link dove avevo letto un articolo a proposito della qualità/prezzo e che sostiene che la scarpa più protettiva è quella che costa meno... ciao ciao, elis
http://www.corriere.it/salute/07_ottobre_11/scarpe_ginnastica.shtml

Mathias ha detto...

io non mi scosto da nike asics o mizuno..è più forte di me..

Paolino ha detto...

X l'abbigliamento tecnico ormai mi affido solamente a quello marchiato Kalenji.Ottima durata,ottimi materiali ad un prezzo soddisfacente.
Le scarpe le ho provate due anni fa ma le ho trovate molto secche come ammortizzazione,meglio puntare sui soliti marchi approfittando dei saldi o di offerte speciali.