lunedì 7 aprile 2008

idee...

Probabilmente non è una nuova idea, forse esiste già. In tal caso sarò felice di conoscere l'iniziativa. Mi sto chiedendo se sarebbe possibile fissare un "decaologo" per dichiarare una maratona (o una qualsiasi gara di corsa, bici, ... ad alta partecipazione) come "eco compatibile" e proporlo ai maggiori organizzatori pubblicizzandolo sui siti, blog e riviste specializzate.
Provo a buttare giù qualche punto, da sviluppare e integrare con l'aiuto di chi legge:
  • riduzione drastica dei rifiuti prodotti il giorno della gara: bottigliette di plastica, borracce, volantini, gadget, ...
  • distribuzione di acqua potabile (dove possibile) al posto di acqua minerale in bottiglia;
  • possibilità di iscriversi a una gara rinunciando al pacco gara o (meglio) versando una parte della quota a un'iniziativa benefica. Abbiamo la casa piena di magliette, borracce, ...
  • agevolazioni sull'acquisto di biglietti di treno / bus / ... per chi raggiunge il luogo di partenza/arrivo con i mezzi pubblici invece che con l'automobile
  • agevolazioni a chi si iscrive via internet: le transazioni online non comportano spreco di carta e velocizzano le pratiche di iscrizione. Si potrebbe ritirare il pettorale solo presentando la tessera della società. La gestione dei non tesserati sarebbe più agevole.
  • ...
  • ...
  • ...
In tale direzione si stanno muovendo già da tempo gli organizzatori dei trail e delle ecomaratone. Per il grande numero di iscritti un segnale forte dovrebbe provenire dalle maratone più partecipate.

Idee? Proposte? Commenti?

2 commenti:

Alessandro ha detto...

Ritengo il tuo proposito molto valido, ecologico e attuale. Bisognerebbe trovare il modo di far leva sulle istituzioni preposte.
Chissà, magari un giorno.
Ciao

albertozan ha detto...

ciao Albert, qualcosa c'è già....le ecomaratone..dove lo spirito è proprio quello inteso da te.....in bocca al lupo per domenica..