mercoledì 28 maggio 2008

oltre il muro

Prosegue la lettura dei racconti raccolti da Neal Jamison nel libro "Running Through the Wall" ed è sempre più sorprendente conoscere questi personaggi: atleti "normali" o ex-totali-sedentari che in pochi anni hanno deciso di andare oltre il muro delle 42km per cimentarsi in distanze più lunghe: negli States le distanze più "gettonate" sono le 50 e soprattutto le 100 miglia. I percorsi descritti sono quasi sempre trail, anelli unici o percorsi circolari da ripetere più volte. Pagina dopo pagina sto facendo la conoscenza di gare come la Western States, la Hardrock o la pazza Barkley. Si corre (e si cammina molto...) contro sè stessi e contro i cancelli orari, contro la fatica e la stanchezza della notte in paesaggi incontaminati, da soli o accompagnati da amici-mogli-parenti pacer. Il fascino di queste gare deve essere veramente notevole: mi piacerebbe conoscere qualcuno che ha provato un'esperienza simile anche perché la settimana scorsa qualcuno mi ha nominato una certa Cro-Magnon...

4 commenti:

Micio1970 ha detto...

Leggere il tuo blog è sempre interessante per gli spunti che offri ... anche se pensare di andare oltre il muro mi fa girare la testa ... visto che il muro è per me un obiettivo ancora da raggiungere!

albertozan ha detto...

mi sa che sto libro me lo ordino ;)...interessante veramente

franchino ha detto...

Ciao Alberto, il libro è in lingua inglese?
La Cro-Magnon parte da Limone Piemonte, avendo amici lì conosco bene i posti. Quest'anno venerdì 13 ci sarà una garetta di 5 km, "mini Cro-Magnon" e poi pasta party coi partecipanti al vero Cro. Forse andrò.
Ciao!

albert ha detto...

PS: si, il libro è in inglese