lunedì 11 aprile 2011

Traversata dei Colli Euganei (TCE - 2011)

42 chilometri, 2000m di dislivello in salita e altrettanti in discesa. Un continuo saliscendi su strade sterrate, sentieri immersi nella spendida natura dei colli Euganei, scorci di panorama dalle montagne al mare e nel naso i profumi della primavera. Se poi aggiungiamo una giornata quasi estiva e un'organizzazione pressochè perfetta è questo il mio riassunto della TCE, traversata dei colli Euganei, il mio primo trail dell'anno.
Questo ottimismo nella descrizione della gara è alimentato anche dalla buona prestazione, finalmente sono riuscito a correre come volevo, niente di speciale ma per la prima volta da molto tempo ho sentito la "fatica giusta". Sono partito imponendomi un ritmo tranquillo, praticamente in coda al gruppo. Ho corso i primi 10-15km sempre con abbondanti riserve per poi impostare un ritmo medio nei rimanenti. Praticamente nessuna crisi, ho mangiato poco (i ristori erano anche troppo frequenti e con le cose giuste), bevuto tantissimo (il caldo e il vento non permettevano errori) e ho sentito la fatica solo nell'ultima salita e nella successiva discesa verso l'arrivo, con pendenze micidiali dove ho preferito tirare i freni piuttosto che rischiare inutilmente. Alla fine ho chiuso in 5h e 15', 111° su 500 arrivati al traguardo, battuto in voltata dalla piccola Tsion che ha tagliato il traguardo per la prima volta assieme al papà!
E' una gara da segnare a calendario, quest'anno mi hanno detto che è stata un'edizione anomala, soprattutto per il terreno asciutto, una rarità da quelle parti, ma non per questo è stata più facile visti i risultati cronometrici (vedi www.traversatacollieuganei.it).
Un po' di ottimismo in più per la preprazione delle Porte...

2 commenti:

Nick.12 ha detto...

La sky maddalene marathon la fai ?
Noi ci stiamo pensando :-))))
Ciao Nick

albert ha detto...

@Nick
se sono libero si, è una gara molto bella e impegnativa!